stripe decor
   

  Maria Vinella

 

 

Altre recensioni:

 

Un'avventura nuova spinge l'artista ad abbandonare la logica della costruzione segnico-formale dello spazio-pittorico, per addentrarsi nel territorio di un differente modo espressivo basato su un personalissimo sistema figurativo simbolico-favolistico.

Anche nell'opera i livelli di lettura si moltiplicano: immagine e scrittura, forme e segni all'apparenza casuali, tracciano ricordi, racconti, frammenti poetici, improbabili paesaggi viventi. Così, con grande semplicità eppure con grande carica espressiva, il mondo oggettivo si smaterializza, si allontana ogni possibile coinvolgimento rappresentativo, si annulla ogni potenziale descrittivo.

In tal modo, Tonia Copertino sviluppa un linguaggio metaforico-evocativo (in parte ripercorrendo una strada già tracciata da Mirò).

E' un lavoro che tiene senz'altro conto anche dell'opera e delle teorie di maestri quali Kandiskij e Klee, senza rinnegare le prime, personali, ricerche espressionistico-informali condotte sulle emergenze non-figurali e autoreferenti del segno.

 

 

dal catalogo "Giardini Magici" a cura di Maria Vinella con testo di Paolo Basile, mostra personale, Chiostro Palazzo di Città, Corato (BA) settembre '92, Palazzo S.Giuseppe, Polignano a Mare (BA) ottobre '92